Tasti disattivati: torna in drodesera.it per visionare queste risorse.













Progetto Speciale
Teatro Valdoca: Paesaggio con fratello rotto

Presentazione del progetto, informazioni Teatro Valdoca, sito ufficiale e biografia Mariangela Gualtieri.

Torna indietro

Presentazione progetto

Paesaggio con fratello rotto
Tre tappe spettacolari ideate e dirette da Cesare Ronconi.

Prima tappa

Per 3 animali, un macellaio, un oracolo, un cantore;
Produzione: Teatro Valdoca in collaborazione con Teatro A.Bonci di Cesena e Drodesera >Centrale Fies 2004;
Regia di Cesare Ronconi;
Parole di Mariangela Gualtieri;
Con Marianna Andrigo, Silvia Calderoni, Leonardo Delogu, Elisabetta Ferrari, Dario Giovannini e Muna Mussie;
Musiche dal vivo: Dario Giovannini. Campionamenti: Aidoru;
Scene di Stefano Cortesi. Costumi di Patrizia Izzo;
Organizzazione: Morena Cecchetti e Emanuela Dallagiovanna;

Con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Emilia Romagna e Provincia di Forlì-Cesena;

Anteprima: 17-18 luglio 2004 : Castiglioncello (LI), Parco di Castello Pasquini
Prima: 26-27 luglio 2004: Dro (TN), Centrale Idroelettrica di Fies

Tre animali, un macellaio, un oracolo ed un cantore: al centro un altare o forse uno scannatoio, una macelleria. Poi un grande organo che suona dal vivo, imponente, espanso: il suo suono è rotto a tratti da strappi di musica rock, dalle voci recitanti, dai versi degli animali. Le parole sono visionarie. Le immagini dure e impressionanti. La musica, il canto e i tanti simboli che riempiono la scena, tutto tenta di parlare a qualcosa che non è l’intelligenza.
Non abbiamo smesso di credere nella forza della poesia, di pensare ad uno spettacolo anche come atto di resistenza contro la Signoria Attuale. Che cosa sia questa Signoria Attuale in parte tutti lo sappiamo e in parte non lo sapremo mai: una forza, comunque, che tenta di fare di noi un ovile muto, di deprimere la nostra vivezza, di metterci sulla schiena pesi schiaccianti. Ci guardiamo intorno e scorgiamo ovunque segni invasivi di questa forza indebolente. Pochi chilometri più in là la vediamo all’opera coi suoi morti ammazzati e bombardati.
Ecco, ci muove una voglia d’esortazione, una paura, una pietà. Soprattutto la voglia di tenerci ben desti, di pronunciare parole troppo taciute, di cantare e ballare con la potenza disarmata dei bambini.

Seconda tappa

Prevalgono danza, canto e musica dal vivo, un coro di ballerini guidati dalla regia di Cesare Ronconi, sostenuti dalla forza della musica rock e del canto dal vivo.
Debutto previsto per estate 2005 (luogo da definire);
10 ballerini, 2 musicisti, 1 cantante.

Terza tappa

Tutto si fonde, alle due parti precedenti si aggiunge un grande concerto/spettacolo finale - luglio/agosto 2006 (luogo da definire).
Con tutti gli interpreti delle tappe precedenti.


Teatro Valdoca

Il Teatro Valdoca è nato nel 1983 a Cesena, in Romagna, ad opera di Cesare Ronconi regista, e di Mariangela Gualtieri drammaturga.
Coi primi due spettacoli Lo spazio della quiete (1983) e Le radici dell'amore (1984) la Valdoca è presente fin da principio sulla scena europea: sono lavori senza parole, con una cifra stilistica e poetica molto netta. Con Ruvido umano (1986) comincia una ricerca drammaturgica a ridosso della parola poetica, ricerca che avrà piena e matura espressione nella trilogia Antenata (1991/93). In questi anni la Compagnia dà vita ad una Scuola di Poesia che coinvolge i maggiori poeti italiani, fra cui Luzi, Fortini, Bigongiari, Conte, De Angelis, Loi, Maiorino, Cucchi, etc. Il lavoro pedagogico si apre poi all'incontro con numerosi giovani allievi attori, attraverso una vera e propria Scuola Nomade, che sfocia in due grandi spettacoli Ossicine (1994) e Fuoco Centrale (1995).
In questi, musica dal vivo, canto e danza, entrano a dar forza e complessità alla parola poetica, che permane come caratteristica del lavoro della Compagnia. Nel 1997 Nei leoni e nei lupi riunisce sulla scena attori storici della Valdoca ed allievi della Scuola Nomade, secondo una scrittura drammaturgica che li impegna in una grande prova d'attore.
Parsifal Piccolo (1998) e infine Parsifal (1999), prodotto insieme al festival di Santarcangelo, segnano la prima impegnativa prova di riscrittura di un testo della tradizione. Chioma (2000) dà vita ad una figura femminile potente, che ha l’intensità dei personaggi del mito e la spaccatura dell’attuale sfacelo. Del 2001 Predica ai pesci, operetta magica e popolare per due acrobate, una cantante ed un’attrice.
Il 2002 è dedicato alla Scuola d’attore, e a NON-splendore rock, concerto di rock e poesia.
Nel gennaio 2003 i versi per la scena di Mariangela Gualtieri sono editi da Giulio Einaudi.
L’ultima opera del Teatro Valdoca, Imparare è anche bruciare (2003), è attualmente in tournée.
Inizia con il debutto della prima tappa al Festival drodesera>centrale di fies (26 e 27 luglio 2004) il progetto triennale dal titolo Paesaggio con fratello rotto.
Sito ufficiale:
www.teatrovaldoca.it


Mariangela Gualtieri biografia

Mariangela Gualtieri è nata a Cesena, in Romagna.
Nel 1983 ha fondato, insieme a Cesare Ronconi, il Teatro Valdoca, di cui è drammarturga.
Fra i testi pubblicati: Antenata  (ed. Crocetti, Milano 1992), Fuoco Centrale (ed. I Quaderni del Battello Ebbro, Bologna 1995), Nessuno ma tornano (Centro Editoriale Università degli Studi della Calabria, Cosenza 1995), Sue Dimore (ed. Palazzo dell’Esposizioni di Roma, Roma 1996), Nei Leoni e nei Lupi (ed. I Quaderni del Battello Ebbro, Bologna 1996), Parsifal (ed. Teatro Valdoca, Cesena 2000), Chioma (ed. Teatro Valdoca, Cesena 2000).
E’ da poco uscita la raccolta dei suoi scritti teatrali, FUOCO CENTRALE e altre poesie per il teatro, presso la Casa Editrice Einaudi. In preparazione, sempre per Einaudi, la raccolta dei versi inediti.


Torna indietro